Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità statistiche. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Non Mostrare Più×

Detrazioni 2016 per gli interventi sulla casa

Detrazioni 2016 per gli interventi sulla casa
Staff dicembre 11, 2015

Buone notizie per chi acquista casa o per chi deve ristrutturare la propria abitazione. La legge di Stabilità 2016 ha confermato i bonus del 50-65% sulla ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica. Ma vediamo nel dettaglio le novità e come funziona.


Bonus ristrutturazioni.


La detrazione fiscale è del 50% per gli interventi edilizi ammortizzabili, per un tetto massimo di 96mila euro, in dieci rate annuali.


Quali interventi rientrano nei lavori ammessi?

  • manutenzione ordinaria (riguarda solo le parti comuni di edificio residenziale);
  • manutenzione straordinaria (riguarda le parti comuni di edificio residenziale o singole unità immobiliari);
  • recupero, restauro e risanamento conservativo; ristrutturazione edilizia.


Chi può usufruire del bonus?

    i proprietari dell’immobile; gli inquilini; gli usufruttuari e i comodatari.


    Quali sono gli adempimenti?

    Per usufruire delle detrazioni è necessario:

    1. Bonifico parlante: ovvero il bonifico bancario o postale compilato di causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato;
    2. Fatture: sulle spese sostenute;
    3. Dichiarazione di ristrutturazione o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.


    Ecobonus.


    La detrazione per i lavori di riqualificazione energetica è del 65%, entro il 31 dicembre 2016. Si può usufruire sia per i singoli appartamenti che per le parti comuni del condominio.


    Quali interventi rientrano nei lavori ammessi?

    • istallazione di impianto solare termico;
    • coibentazione, pavimenti, finestre e porte per il miglioramento termico dell’edificio;
    • lavori di adeguamento antisismico; pompe di calore e impianti geotermici.


    Chi può usufruire del bonus?

      i possessori dell’immobile; ex IACP; gli enti che gestiscono le case popolari.


      Quali sono gli adempimenti?

      Per usufruire delle detrazioni è necessario:

      1. Bonifico parlante: ovvero il bonifico bancario o postale compilata di causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato;
      2. Fatture: sulle spese sostenute;
      3. APE: attestato di prestazione energetica;
      4. Asseverazione: la certificazione relativa alle finestre, infissi e caldaia;
      5. Scheda informativa.


      Bonus mobili.


      Per il bonus mobili la detrazione è del 50% entro un tetto di 10 mila euro.

      Quali acquisti rientrano nel bonus?

      • tutti gli elettrodomestici di classe  A+;
      • gli arredi quali armadi, cassettiere, letti ecc.;
      • i componenti della cucina e gli arredi bagno.


      Chi può usufruire del bonus?

        - giovani coppie under 35 senza obbligo di ristrutturazione, ma per l’acquisto della prima casa con un tetto massimo di 20mila euro;

         - coloro che effettuano la ristrutturazione.


        Quali sono gli adempimenti?

        Per usufruire delle detrazioni è necessario:

        1. Bonifico parlante: ovvero il bonifico bancario o postale compilata di causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato;
        2. Fatture: sulle spese sostenute.



        Potrebbero arrivare ulteriori novità sulle detrazioni 2016. 

        Se cerchi chiarimenti o semplicemente vuoi saperne di più contattaci.